Lo studio non mostra problemi di gioco crescenti negli Stati Uniti

Estas conclusões vêm agora à luz enquanto aqueles que se opões ao gioco d'azzardo online avvertono che la legalizzazione del gioco d'azzardo online potrebbe contribuire ad aumentare il problema del gioco nel paese.
Nessun significativo I cambiamenti IVA
Lo studio è stato diretto dal Dott. John W. e altri scienziati dell'Università dell'Institute for Addiction Research di Buffalo. Lo studio è stato intitolato "ProblemGambling – A DecadeofChange", a dimostrazione del fatto che non si sono verificati cambiamenti significativi negli Stati Uniti nell'ultimo decennio.
“Abbiamo confrontato i risultati di due sondaggi telefonici a livello nazionale, condotti a un decennio di distanza. Abbiamo scoperto che non c'è un aumento significativo dei problemi di gioco negli Stati Uniti, sebbene vi sia un chiaro aumento delle opportunità di gioco a livello nazionale". Ha detto il dottor John W.

Meno giocatori d'azzardo negli Stati Uniti
L'indagine nazionale è stata effettuata tramite interviste telefoniche con domande sulle diverse attività di scommesse. I risultati mostrano che nell'ultimo decennio il numero di americani che partecipano ad attività di gioco d'azzardo è diminuito. Rispetto ai numeri del sondaggio di un decennio fa che mostrava che l'82,2% delle persone partecipava al gioco, i numeri sono diminuiti nell'anno 2011 e 2013 a valori del 76,9%. Allo stesso modo, il numero medio di giorni di gioco è sceso da 59,50 giorni all'anno a 53,7 giorni all'anno.

Possibili spiegazioni
Una possibile spiegazione di questa discesa è indicata dal dott. Welte che richiama l'attenzione sulla crisi del 2008. Il dott. ha anche suggerito che il cambiamento potrebbe essere dovuto alla teoria dell'adattamento, indicando che quando le possibilità di gioco aumentano, i problemi relativi a queste attività, tuttavia, in seguito la popolazione finisce per adattarsi, quindi non ci sono più conseguenze negative.

I commenti sono chiusi.