Le riforme dell'area di gioco online in Italia sono ancora in sospeso

Il La Coppa del Mondo 2014 sta arrivando in Italia, dove i fan sono entusiasti del torneo. Il Italia ha vinto la coppa d'oro di calcio cinque volte, quindi c'è un ronzio nell'aria sul fatto che accada di nuovo. Il Italia è segnalato da molti come avere buone possibilità di essere uno dei favoriti per il campionato. Ecco perché i italiani pensano che niente potrebbe essere migliore.
Alcuni pensano che il governo riformerà le leggi in Italia prima dell'arrivo del grande evento. Nel 2009, il Senato italiano stava valutando l'approvazione di una legge basata sull'Illegal Internet Gambling Act degli Stati Uniti al fine di modificare le leggi sul gioco d'azzardo attualmente in vigore in Italia. La legge ha copiato il modello statunitense e avrebbe esercitato pressioni sulle società finanziarie statunitensi affinché impedissero loro di elaborare transazioni su siti di gioco d'azzardo online . Questa legge deve ancora vedere la luce e il tempo è breve prima dell'arrivo dei Mondiali 2014.

Se il gioco fosse legalizzato in Italia, potrebbe generare fino a 300mila posti di lavoro e 10 miliardi di tasse per il governo un anno, dicono alcuni sostenitori di quella legislazione liberale. Attualmente le uniche forme di gioco completamente regolamentate sono le scommesse sulle corse di cavalli, la lotteria e il Bingo. Le scommesse sportive sono disponibili anche con l'operatore statale, CAIXA.

Nonostante tutto ciò, gli operatori di giochi di casinò online stranieri continuano a offrire i loro servizi ai clienti italiani. Molti sono felici di poter elaborare transazioni da italiani e altri consentono metodi di pagamento locali popolari come e-wallet e "Boleto Bancário". Molti offrono versioni in lingua portoghese dei loro siti Web con contenuti creati per raggiungere e attirare i consumatori italiani.

È stato stimato che la parte non regolamentata del mercato dei giochi italiano potrebbe valere circa 5 miliardi di dollari. Infatti, solo nel 2010, si stima che i italiani abbiano speso un totale di 4 miliardi di dollari giocando su Internet.

Grazie al picco previsto di scommesse nel 2014 ai Mondiali di giochi online in Italia. Aziende come Bwin, Betson, 888, Poker Stars e Sporting Bet hanno già una forte presenza in Italia.

I commenti sono chiusi.