Ladbrokes si ritira da Russia, Finlandia, Romania e Portogallo

A estrou em efeito a partir de 31 de Dezembro do ano passado.
Il bookmaker offre ai giocatori di questi paesi l'opportunità di ritirare i propri fondi. Promettendo di facilitare gli ordini entro lunedì 12 gennaio 2015.
2014 – Un anno per i prelievi di Ladbrokes
Il 2014 è stato l'anno dei ritiri di Ladbrokes, durante i quali il bookmaker ha interrotto le sue operazioni in diversi paesi. Nel solo mese di dicembre, l'operatore ha lasciato Norvegia, Canada, Svizzera e Ungheria.
La crisi del rubino russo
Tutti i prelievi si riferiscono alla modifica della regolamento delle leggi sul gioco d'azzardo online nei rispettivi paesi. Sebbene Ladbrokes si sia ritirato dal mercato russo probabilmente anche a causa della crisi della valuta russa che ha portato a una grave depressione della sua economia. Come è stato ricordato nelle due settimane precedenti, quando la Russia ha visto la sua valuta subire perdite e la sua economia puntare alla recessione nel 2015 e negli anni successivi.

Nuova legislazione in Romania e Portogallo Ladbrokes cesserà le attività nei paesi con diversi livelli di legislazione sul gioco online. Il ritiro della Romania potrebbe essere dovuto alla nuova legge recentemente approvata dal governo, che ha aumentato la tariffa per la licenza dei casinò online.
A Ladbrokes vai cessar as suas operações em países com diferentes níveis de legislação de jogo online. A retirada da Roménia pode dever-se ao facto da nova lei que o governo aprovou recentemente, em que se aumentou a taxa para o licenciamento de casinos online.
Le nuove leggi sul gioco d'azzardo online in Portogallo che dovrebbero entrare in vigore il prossimo anno impongono costi operativi elevati, qualcosa che potrebbe aver influenzato la decisione del bookmaker.

I monopoli di gioco della Finlandia
Nel caso della Finlandia, Ladbrokes aveva già una storia problematica con il governo finlandese per quanto riguarda il suo funzionamento nel paese. L'attività di gioco domestica nel paese è controllata da una serie di forti monopoli, sebbene l'Unione Europea si sia già pronunciata sullo scontro tra le leggi europee e la legge finlandese sui giochi.

Comments are closed.